Non sono più neopatentata già da un pezzo, ma continuo ad avere difficoltà nel fare i parcheggi.
Pure nel resto non è che sia tanto meglio...

Stavo facendo due chiacchiere con il nonno, poi lui mi ha chiesto "Come va la scuola?", perché per lui che io sia all’università, al liceo o all’asilo poco importa, alla fine sempre di scuola si tratta (giustamente…). Allora io gli ho risposto con le solite frasi di circostanza "Va tutto bene, i prossimi esami sono verso fine maggio, questo esame è difficile, quell’altro non lo do, quello l’ho già passato lo scorso semestre eccetera eccetera". Mio nonno ha fatto a malapena la terza elementare, quindi per lui sentir parlare di tutti questi esami è una cosa fuori dal mondo, e con molta ingenuità mi ha chiesto "Quanti esami ti mancano per prendere il coso lì…l’attestato? Un paio?" "Eh magari, me ne mancano ancora un po’ alla laurea! Più che un paio di esami direi un paio d’anni!" lui ha fatto un profondo respiro, poi ha scosso un po’ la testa come fa sempre e guardandomi fissa negli occhi ha detto "E certo che ti ci vuole tanto tempo, hai scelto una cosa importante, una cosa difficile, però pensa che poi sarai Dottoressa, ma non una qualunque, tu sarai una DOTTORESSA DELLA TESTA

Io sulla mia laurea voglio che ci sia scritto esattamente questo: TATIANA, DOTTORESSA DELLA TESTA.

Vedo che spesso parli di musica, quindi volevo chiederti quanto è importante per te, secondo te che cosa devi alla musica?
Anonimo

Cosa devo alla musica? Probabilmente qualche migliaia di euro per tutta la roba che ho scaricato illegalmente (come una vera ribelle!) invece di andarmi a comprare i CD.